fbpx

Il parquet oltre ad essere bello deve essere anche privo di sostanze nocive.

In primis non deve contenere agenti tossici o comunque sostanze che siano dannose per l’uomo e per l’ambiente come la formaldeide.

la formaldeide nel parquet

Inquinamento aria indoor da formaldeide

La formaldeide, conosciuta anche con il nome di formalina, aldeide formica o ossido di metilene, è considerata tra le principali fonti di inquinamento indoor.

La formaldeide è un composto chimico che si manifesta sotto forma di gas incolore e insapore; oltre ad essere dannosa, in dosi elevate è anche cancerogena.

È la più semplice delle aldeidi e la formula chimica è CH2O: due atomi di idrogeno, uno di carbonio e uno di ossigeno.

Questa sostanza, oltre ad essere presente in natura, è utilizzata in molti ambiti aziendali: edilizia, tessile, alimentare e, in quello dell’arredamento e dei parquet.

Utilizzi della formaldeide

La formaldeide viene impiegata per la realizzazione e la produzione di vari tipi di resine e vernici, per prodotti plastici, adesivi e schiume isolanti. È molto comune nella verniciatura e lavorazione del legno e dei mobili. La possiamo trovare come conservante nell’industria alimentare, ma anche come disinfettante nell’ambito medico-sanitario e delle scienze biologiche e naturali

Nella realizzazione di mobili e parquet la formaldeide viene utilizzata sotto forma di resina di melammina o vernice ureica per la composizione dei pannelli. Queste colle, grazie alla loro resistenza e alla capacità termo-indurente, sono perfette per addensare le particelle dei compensati usati nei mobili in legno o per alcune tipologie di parquet come i prefiniti.

Il parquet contiene formaldeide?

Oggi i pavimenti in legno hanno emissioni di formaldeide molto contenute. I parquet realizzati in Italia non sono nocivi per la salute dato che le loro emissioni di formaldeide sono attentamente regolamentate da specifici decreti legislativi.

Con il decreto del 10 giugno 2008 il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ha imposto il divieto di commercializzare prodotti che utilizzino pannelli a base legno con valori di emissione di formaldeide superiori a 0,1 ppm (classe E1).

I laminati di classe E1 prevedono una soglia massima di concentrazione di formaldeide di 0,1 parti per milione ed è l’unica permessa in Italia.

I parquet senza formaldeide

Tutti coloro che fabbricano, importano o immettono sul mercato italiano pannelli a base di legno o prodotti nei quali sono utilizzati sono tenuti a rispettare la rispondenza alla classe E1.

Per i parquet il mercato italiano impone non soltanto l’appartenenza alla classe E1 ma anche la sua dichiarazione: il prodotto deve essere sempre marcato CE e la classe E1 deve essere obbligatoriamente presente tra le prestazioni dichiarate.

Tutti i parquet venduti e realizzati da Menchinelli Legnami srl rispettano la normativa prevista dalla legge per quanto riguarda i limiti consentiti per la concentrazione di equilibrio di formaldeide.

Per ridurre al minimo l’esposizione alla formaldeide e tutelare la salute, Menchinelli Legnami rispetta regole rigidissime riguardanti la fabbricazione, la realizzazione e l’immissione in commercio di pavimenti in legno e parquet.

Vivi l’essenza del legno con un parquet tradizionale Menchinelli

Pin It on Pinterest

Share This