fbpx

Parquet a posa flottante: Come si realizza?

Set 4, 2015 | Posa

Il parquet è uno dei materiali edilizi carico di espressione ed emozione, in grado di conferire agli ambienti una sensazione di calore e di naturalezza. Senza contare che contribuisce all’isolamento termico ed acustico degli ambienti. Può essere facilmente posato, su supporto continuo fisso o in maniera flottante. La migliore raccomandazione è quella di rivolgersi ad una ditta esperta e professionale del settore. Per i più’ volenterosi abbiamo elaborato le poche e semplici regole che possono essere seguite per realizzare una posa flottante del parquet.

Attrezzi e materiali per posa parquet

Per parquet a posa flottante si fa riferimento ad una particolare tipologia di posa del pavimento in legno ad incastro e senza l’utilizzo della colla.

Tra gli attrezzi strettamente necessari per la posa del parquet flottante, oltre a quelli indispensabili per la sicurezza personale, quali le protezioni per gli occhi e le mani, ci sono:

  • un martello di gomma;
  • una squadra;
  • un seghetto alternativo;
  • un metro;
  • una livella;
  • un taglierino o delle forbici.
parquet a posa flottante

Come si posa il parquet flottante

Per posare il parquet flottante è essenziale munirsi di parquet flottante ad incastro. Senza questa tipologia di pavimento non è possibile procedere senza colla.

Tra i materiali a cui non si può rinunciare per questa operazione, ci sono:

  • Distanziatori per le pareti;
  • Sottopavimento isolante, un materassino che va posato sotto il parquet,
  • Nastro adesivo in alluminio, dello scotch apposito che presenta uno strato di alluminio.

I listelli di parquet flottante, detti anche tavole, hanno generalmente uno spessore dell’ordine di 15 mm, una ventina di centimetri di larghezza per circa un metro di lunghezza. Dimensioni nettamente superiori a quelle del normale parquet con posa a colla che ha uno spessore decisamente ridotto arrivando fino a 6/8 mm. La scelta delle dimensioni dei listelli è legata sia alla superficie da rivestire sia all’effetto estetico desiderato.

Il consiglio principale relativamente alla posa flottante del parquet riguarda il rivestimento esistente. In particolare vi raccomandiamo di tenere il vecchio pavimento solo se in buono stato e in piano. La prima cosa che occorre verificare con la livella, prima dell’inizio della posa del parquet, è che il fondo di riferimento sia uniforme ed asciutto. E’ fortemente sconsigliata la posa del parquet su superfici la cui capacità di presa può essere inficiata dalla presenza di umidità. L’uniformità del risultato può avere una tolleranza al più dell’ordine di un paio di millimetri, anche per il parquet montato. Successivamente togliete tutti gli zoccolini e sganciate le porte dai cardini. 

parquet a posa flottante

Le fasi di posa del parquet

 

  1. Stendete i fogli isolanti del sottopavimento, unendoli uno all’altro tramite lo scotch di alluminio. In taluni casi è necessario stendere una pellicola in politene. I materassini, venduti in rotoli dell’ordine di una decina di metri per un metro di larghezza, possono essere quindi distesi tra il pavimento grezzo e il massetto o tra il pavimento esistente ed il parquet, facendo combaciare gli spessori, che potranno essere fissati con dello scotch ritagliato con un taglierino o delle forbici.
  1. Perimetrare la stanza con l’utilizzo dei distanziatori per pareti e toglierli solo una volta completata la pavimentazione.Per consentire la dilatazione del parquet flottante in corrispondenza delle pareti, occorre tenere in conto di lasciare un margine di spazio dell’ordine di mezzo centimetro e per questo tracciamo con una matita la linea che seguirà il taglio, dal lato della superficie grezza del listello di parquet.
  1. Iniziare la posa dei listelli di parquet in orizzontale sul lato più lungo della stanza;
  1. All’estremità della fila, ritagliare il listello nella misura necessaria a completare il lato. Può, quindi, essere tagliato il pezzo di parquet nella misura necessaria con il seghetto alternativo o una troncatrice, se è presente nel nostro laboratorio del fai-da-te. Posato il pezzo tagliato accanto a quello precedentemente posato, i due pezzi vengono fatti aderire con un paio di colpi del martello, possibilmente di gomma.;
  1. per posare le file seguenti, procedere incastrando sia il lato lungo del listello, con quelli disposti in alto o in basso, sia il lato corto, con il listelli posti in sequenza. Utilizzare un martello di gomma per assicurarsi un perfetto incastro.
  1. Procedere con le finiture ed ad incollare gli zoccolini.
  1. Per evitare lo scalino sulla porta, installare un listoncino arrotondato.
parquet a posa flottante

Alcuni consigli sulla posa flottante

La qualità e le caratteristiche tecniche degli attrezzi possono avere un notevole peso sul pregio del lavoro finale e per questo motivo la leggerezza e la maneggevolezza degli attrezzi sono caratteristiche importanti così come la disponibilità di alcuni optional.Tra questi ultimi, in caso di posa di parquet su un pavimento in una casa già abitata, la possibilità di avere un aspiratore da collegare al seghetto alternativo elimina la diffusione in ambiente di fastidiose polveri prodotte dalle lavorazioni.

È facile reperire in ferramenta un kit di posa per il parquet, in genere costituito da alcune piccole leve metalliche e dei tasselli. Le leve possono essere utilizzate per garantire la giusta adesione tra le tavole di parquet, battendole con il martello di gomma, mentre i tasselli possono essere utilizzati come distanziatori in corrispondenza delle porte o delle pareti. 

Per ogni informazione e suggerimento potete contattare lo staff di Menchinelli Parquet a questo indirizzo Menchinelli@menchinellilegnami

Vivi l’essenza del legno con un parquet tradizionale Menchinelli

Pin It on Pinterest

Share This