Parquet per esterni: Come e Dove usarlo

da | Set 4, 2015 | Consigli

Il parquet per esterni può essere utilizzato? La regola magica è Manutenzione. Si possono ottenere meravigliose pavimentazioni in legno con poco sforzo

Arriva la primavera e con i climi più’ caldi iniziamo ad occuparci di ciò che sta fuori alle nostre case. Ecco quindi un altro argomento che potrebbe essere insidioso: possiamo utilizzare il parquet all’esterno? Comunemente chiamato deck o decking, il legno per esterni ha diversi utilizzi. Terrazzi, bordi piscina, rivestimenti di pareti, plateatici, balconi, insomma il parquet all’esterno si presta a diversi impieghi, estetici e pratici, che impreziosiscono ed esprimono tutto il calore del parquet all’aperto.

parquet per esterni

Ma il legno si rovinerà col tempo? Cambierà colore? Prederà forme strane?

A tutte le domande la risposta potrebbe essere SI. Ma con delle precisazioni. La lignina presente nel parquet col sole tenderà a conferire un colore grigiastro e in più, a seconda delle essenze, si potranno creare delle microfessure, ovvero piccole crepe superficiali. Alcuni listoni potranno muoversi, curvandosi leggermente. Tutte questo è naturale, ma può essere gestito con facilità. Ad esempio, per l’ingrigimento basta utilizzare gli oli da esterno, che possono anche essere leggermente colorati, e, con i dovuti trattamenti, ogni listone torna ad essere come nuovo.

parquet per esterni

Manutenzione parquet per esterni

Per mantenere e tutelare il parquet negli ambienti esterni è necessario osservare alcuni comportamenti. Di seguito vi forniamo alcuni consigli utili per la manutenzione del parquet per esterni.

  1. Vi consigliamo di passare due mani dopo la posa, facendo attenzione al clima, perché se ci piove sopra non serve a nulla. Poi una mano all’anno prima dell’estate.
  1. Contro le microfessurazioni è utile l’olio ma anche una accortezza molto semplice: bagnare il pavimento, verso sera, una o due volte alla settimana. I legni che si utilizzano per la maggiore (teak, ipé, iroko,) nascono in acquitrini, o zone umide, e più acqua assorbono meglio è.
  1. Altro discorso va fatto per le curvature. La curvatura è causata della tensione che il legno esercita dopo essere stato fissato sui magatelli di supporto. Se è un problema che si verifica subito è bene sostituire le doghe “ribelli”. Altre volte questi movimenti possono sorprenderci dopo qualche tempo, intendo qualche mese. In tal caso potrebbe trattarsi di una stagionatura incompleta delle frise, i blocchi di legno dai quali si ricavano i listoni.
  1. Non è sempre detto, ma di solito a prezzi più bassi corrispondono spessori più sottili e tempi di stagionatura più brevi: quindi maggiori rischi di movimenti strani.
  1. Importantissimo è assicurarsi che il posatore abbia esperienza del montaggio. Non è come posare un prefinto.
parquet per esterni

Scarica il nostro catalogo

Chiedi una nostra consulenza gratuita

Compila tutti i campi del modulo, sarai ricontattato entro 1 giorno lavorativo da un nostro consulente specializzato.
  • Se ci dovessero essere problemi con l'e-mail preferiamo avere un alternativa per contattarti
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Vivi l’essenza del legno con un parquet tradizionale Menchinelli

 

Pin It on Pinterest

Share This