fbpx
parquet

La domanda potrebbe sembrare strana ma tutti saprebbero dire, con certezza, quale sia la reale definizione di “parquet”? Partiamo da un presupposto: esiste una norma europea, entrata in vigore dal 18 gennaio 2018, che ce lo spiega in maniera chiara e inequivocabile. Si tratta della norma terminologica UNI EN 13756:2018: “Pavimentazioni di legno e parquet – Terminologia”.

Secondo questa, il parquet per interniè una pavimentazione di legno con uno spessore minimo dello strato superiore di 2,5 mm prima della posa”, dove per strato superiore deve intendersi lo strato di legno nobile.

Inoltre, La norma UNI EN13489:2018 specifica anche che il materiale impiegato per lo strato nobile deve essere in legno di latifoglie o di conifere accuratamente selezionato, giovane e sano, senza carie, funghi, muffa o danni provocati da insetti.

Le tipologie di parquet più diffuse

Ma quanti e quali sono i parquet in commercio? Tre sono le tipologie principali:

  • il parquet tradizionale: è una tipologia di parquet realizzata in listelli di legno massello. Viene venduto grezzo, ossia da levigare e lucidare dopo la posa. Sono disponibili vari formati e molte essenze;
  • il parquet prefinito: composto da uno strato di legno nobile e uno o più strati di legno povero, è venduto già finito e verniciato dall’azienda produttrice. Viene installato sul pavimento senza effettuare nessun’altra lavorazione. Per la sua rapidità dei tempi di posa in opera è molto utilizzato nella ristrutturazione di appartamenti e uffici che richiedono rapidità.

La terminologia legata al parquet

Tornando alla nostra norma, questa individua termini e definizioni, indispensabili per consentire agli operatori del settore di parlare un linguaggio comune e omogeneo, che possa essere facilmente compreso una volta padroneggiato. Esaminiamo insieme i termini più utilizzati e comuni, utili anche al cliente che vuole essere informato e consapevole.

  • Parquet: Come abbiamo già detto, è “una pavimentazione di legno con uno spessore minimo dello strato superiore di 2,5 mm prima della posa”;
  • Pavimentazione di legno: assemblaggio di singoli elementi di legno posati sulla struttura primaria o sul sottopavimento
  • Sottopavimento o falso pavimento: sistema di sostegno non continuo/continuo tra la pavimentazione di legno e la struttura primaria
  • Tavolato: semilavorato di legno che può essere posato come falso pavimento
  • Elemento: il più piccolo pezzo singolo o il più piccolo pezzo come consegnato prima della posa
  • Tavola per pavimentazione: senza bordi e/o teste profilate, in grado di essere assemblato con altri elementi analoghi
  • Tavola preassemblata per pavimentazione: tavola per pavimentazione realizzata da singoli elementi mediante incollaggio dei bordi e/o teste
  • Elemento multistrato: elemento a costruzione lamellare costituito da uno strato superiore di legno massiccio e da uno o più strati aggiuntivi di legno, o materiali a base di legno, incollati insieme
  • Lista di parquet: elemento per pavimentazione stretto e generalmente corto
  • Elemento con sistema di assemblaggio: elemento con un sistema di assemblaggio, con uno spessore che lo rende adatto per la posa su una superficie di sostegno continua
  • Pannello di parquet: unità di posa preassemblata costituita da elementi per pavirnentazione
  • Lamella di parquet mosaico: elemento di legno massiccio segato di ridotte dimensioni e di forma rettangolare, avente bordi lisci
  • Elemento senza incastro: elemento di parquet di piccole dimensioni avente bordi lisci
  • Bindello (o lista di intelaiatura): pezzo di legno sagomato destinato a formare l’intelaiatura di una pavimentazione di legno o a formare un giunto tra diversi tipi di pavimentazione
  • Femmina: scanalatura continua (quando è praticata lungo il bordo e/o la testa di un elemento, è destinata a ricevere un maschio; quando è praticata sulla controfaccia è per motivi tecnici)
  • Maschio: cordolo sporgente continuo, ricavato lungo il bordo e/o la testa di un elemento (sono due tipi di maschio: integrato e indipendente, Il secondo tipo è utilizzato per congiungere elementi scanalati bordo contro bordo)
  • Misura di posa: misura dell’elemento, rappresentata dalla faccia dopo la posa, espressa come unità di superficie
  • Unità di posa: elementi preassemblati che sono posati bordo contro bordo e/o testa contro testa a formare un motivo ripetibile e che sono tenuti insieme mediante un materiale adeguato (rigido o semirigido) sulla faccia o sulla controfaccia per facilitare il trasporto e l’installazione
  • Posa flottante: qualsiasi sistema di posa che consente ad ogni elemento di essere fissato agli altri ma di essere indipendente dalla superficie sottostante
  • Posa con chiodatura/avvitamento: sistema di posa che consente agli elementi di essere fissati a qualsiasi struttura di sostegno mediante l’applicazione di chiodi o viti
  • Posa con chiodatura nascosta: chiodatura o avvitamento attraverso il maschio o la femmina in modo da potere essere coperti dal fianco superiore
  • Posa con incollaggio: sistema di posa che consente agli elementi di essere fissati alla superficie sottostante con adesivi
  • Pavimento smontabile/parquet smontabile: pannelli preassemblati di legno per pavimentazioni che possono essere montati e smontati facilmente per formare un pavimento temporaneo

Pin It on Pinterest

Share This