fbpx

Sono passati diversi anni da quando il tuo parquet è stato posato e hai deciso che è giunto il momento di cambiare la posizione dei mobili o comunque fare delle modifiche in casa. Dopo aver sollevato il tappeto e aver spostato i tuoi arredi ti sei accorto che la superficie di legno coperto presenta una tonalità completamente diversa?

Se ti stai chiedendo cosa sta avvenendo al tuo pavimento, ti diciamo che non c’è da preoccuparsi in quanto si tratta di un fenomeno del tutto naturale dovuto al processo di ossidazione del parquet che produce un cambiamento del colore e della tonalità del pavimento in legno.

un esempio di come avviene l'ossidazione del parquet

In cosa consiste l’ossidazione del parquet

L’ossidazione è un fenomeno completamente naturale che si verifica a causa dell’esposizione del legno alla luce. I processi di ossidazione incominciano non appena il legno viene a contatto con i raggi solari e l’aria; il legno è un materiale fotosensibile e fotocromatico. La manifestazione principale dell’ossidazione la puoi riscontrare nel cambiamento di colore. Successivamente, altri effetti evidenti possono essere fessurazioni e scabrezze superficiali.

Devi considerare che, così come le cellule della nostra pelle subiscono dei cambiamenti per effetto della luce solare, allo stesso modo il legno viene influenzato in modo simile dall’azione diretta o indiretta delle radiazioni solari. I raggi UV che colpiscono le cellule degli strati superficiali, causano il graduale degrado delle lignine che fanno schiarire o scurire le diverse tipologie di parquet.

I cambiamenti fotocromatici avvengono con maggiore intensità nei primi periodi di esposizione alla luce, per poi stabilizzarsi nel corso del tempo.

L’ossidazione è uguale su tutti i tipi di legno?

I processi di ossidazione variano da specie legnosa a specie legnosa. Facendo una distinzione tra essenze europee ed essenze esotiche, possiamo notare due comportamenti completamente diversi. Alcuni legni, a contatto con il sole, cambiano colore in modo più evidente rispetto ad altri, schiarendo o scurendo le proprie tonalità.

  • Il teak, ossidandosi, con il tempo tende a schiarire e ad uniformarsi in tutta la superficie, ma naturalmente molto dipende anche dalla tipologia di finitura e del trattamento di superficie scelto dopo la posa.
  • Il noce, al contrario, parte da una tonalità molto fredda e ossidandosi tende ad un marrone caldo con una punta di rosso.
  • L’acero, l’iroko, il doussiè, così come il ciliegio europeo, hanno dei processi di ossidazione importanti che con il tempo tendono a scaldare il legno e a scurire il colore originale. Se vuoi utilizzare queste essenze, ed evitare che scuriscano, puoi raccomandare, in fase di realizzazione, di trattare il legno con vernici che contengano dei filtri UV così da rallentare drasticamente i processi di ossidazione o comunque ridurli in maniera significativa.
  • Il rovere rispetto ad altre specie legnose ha un’ossidazione meno marcata, infatti, si adatta bene ad essere impiegato in ambienti esposti alla luce.
un esempio di ossidazione del parquet

Ci sono dei rimedi per prevenire l’ossidazione del parquet?

L’ossidazione è, come detto, un fenomeno naturale non può essere certo evitato, ma, utilizzando dei piccoli accorgimenti, puoi far sì che il tuo pavimento presenti una superficie uniforme e piacevole per lungo tempo, di conseguenza:

  • Cerca di evitare che i raggi del sole colpiscano in maniera diretta e prolungata la superficie del pavimento, magari ricorrendo a delle tende come filtro;
  • Sposta frequentemente i mobili in maniera tale che anche le porzioni non ossidate per effetto della luce si uniformino al resto del parquet;
  • Per la finitura puoi utilizzare specifiche vernici in grado di schermare parzialmente i raggi UV, attenuando in tal modo l’effetto della naturale ossidazione.

L’ultimo consiglio che possiamo fornirti rimane quello di affidarti a dei professionisti che sapranno aiutarti a scegliere il colore del parquet, la tipologia di legno e la finitura migliore da utilizzare in funzione del tuo progetto.

Contatto generico

Compila tutti i campi del modulo, sarai ricontattato entro 1 giorno lavorativo da un nostro consulente specializzato.
  • Titolare del trattamento dati è Menchinelli Legnami Srl, con sede in Via Copenaghen 40 Roma, nella persona del suo legale rappresentante pro tempore. I dati vengono trattati rispetto a quanto previsto dal regolamento UE n.679/2016 secondo i principi di correttezza, liceità, trasparenza con finalità legate ad attività promozionali. Il regolamento completo è disponibile a questa pagina Informativa Privacy
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Pin It on Pinterest

Share This