fbpx
schemi posa parquet

Quando si parla di tipologie di posa parquet si intende il disegno, ovvero la geometria che si scegliere per il proprio pavimento. 

Lo stile di posa che sceglierai per il tuo parquet può dipendere da moltissime variabili, ad esempio dalle dimensioni delle stanza, dall’essenza scelta o dalla finitura. Per ultimo, ma non per importanza, anche dalle tue preferenze!

Quando si parla di geometria, si intende l’accostamento dei singoli elementi che compongono un pavimento in legno.

In questo articolo vi faremo una panoramica delle principali geometrie di posa esistenti.

La geometria di posa parquet per il tuo pavimento 

È fondamentale scegliere in modo accurato la geometria di posa poiché andrà a definire l’aspetto degli ambienti domestici.

Scegliere una posa piuttosto che un’altra può essere difficile e se non si hanno le idee chiare si rischia di entrare in un labirinto senza fine. 

Esistono tantissime tipologie: a cassero, a tolda di nave, a correre e tanto altro. Scopriamo insieme le principali partendo però da come posizionare i listoni del parquet gli uni rispetto agli altri. Ecco le possibilità: 

  • Listoni paralleli
  • Listoni perpendicolari
  • Listoni obliqui; 
  • Listoni combinati .

Questi sono gli schemi di disposizione principali, da qui è possibile lavorare sfalsando i listoni in modo regolare o irregolare o posarli obliqui o paralleli ai muri, creando così tantissime geometrie differenti.

Oppure si potrebbero accostare i listelli di formati differenti, più grandi e più piccoli, sia come in termini di lunghezza che di larghezza, così da creare un movimento insolito e ambienti di grande personalità visiva. 

Utilizzando tutte queste geometrie, giocando anche, perchè no, con differenti essenze si possono creare pavimenti originali con disegni complessi e molto suggestivi.

POSA PARQUET A CORRERE, CASSERO O TOLDA DI NAVE?

Come abbiamo visto le possibilità di combinazione dei listelli di legno sono moltissime, purtroppo però in alcuni casi viene fatta molta confusione. In particolare nel caso della posa parquet con listoni paralleli ma sfalsati.

Partiamo dal “parquet a correre” ovvero lo schema in cui i listoni si rincorrono l’un l’altro, rimanendo affiancati, proprio come in una corsa (da cui deriva appunto il nome).

Diverso il discorso per i “parquet a tolda di nave e a cassero”, che invece nascono dalla terminologia marinaresca, più precisamente dalle parti delle grandi navi del passato, come velieri e galeoni, che utilizzavano per la loro pavimentazione assi di legno posizionati proprio con questo tipo di schema sfalsato e parallelo.

POSA PARQUET SPINATO: LE DIVERSE TIPOLOGIE

schema di posa parquet

Il parquet a spina di pesce è senza dubbio uno degli schemi di posa maggiormente utiizzati: si tratta di listoni abbinati secondo un allineamento perpendicolare creando appunto l’effetto delle lische nello scheletro di un pesce.

Si tratta di un motivo utilizzato da sempre, che ritroviamo in edifici storici, castelli ma anche nelle piastrelle del mosaico romano, nelle sale da ballo francesi rinascimentali e nei magnifici pavimenti della regia di Versailles.

Essenzialmente si possono ricondurre a tre tipi di posa: a spina italiana, ungherese o francese. Di questo argomento ne abbiamo parlato in modo specifico qui

LISTONI PIÙ GRANDI PER UN EFFETTO MODERNO

Solitamente i listelli posati hanno una dimensione standard di 30x5cm, però negli ultimi anni la tendenza è cambiata. Si stanno ampiamente diffondendo i listoni di dimensioni maggiori come 70x15cm o 60x10cm. In questo modo si dona all’ambiente un effetto innovativo e più moderno rispetto alla posa classica. 

Il nostro consiglio è comunque di scegliere questa tipologia quando le stanze hanno grandi dimensioni, come possono essere i saloni o ambienti open space, così da mettere in risalto le forme geometriche scelte. 

FASCIA A BINDELLO

Un’alternativa alle pose più classiche c’è la “fascia e bindello, ovvero una tecnica che consiste in pose geometricamente diverse applicate però sulla stessa superficie.

La parte centrale, posata solitamente in diagonale o a spina, viene interrotta da un bindello che lo raccorda con la fascia perimetrale posata in modo differente.

POSA PARQUET “A CORRERE” CON CASSERO REGOLARE O IRREGOLARE

Come accennato prima, la posatura delle tavole viene definita “a correre” con cassero regolare quando le tavole, della stessa lunghezza e larghezza vengono disposte secondo un regolare disegno geometrico. A cassero irregolare invece è quando le tavole non seguono disegni geometrici ma sono volutamente installate con differenti lunghezze creando un effetto asimmetrico originale.

Spesso viene usata un’irregolarità anche nella larghezza delle tavole alternando una fila di tavole più larghe a due di dimensioni più strette.

POSA PARQUET A MOSAICO E QUADRI

schemi di posa parquet

Si tratta di una posatura ricercata che però si adatta prevalentemente a situazioni di regolarità nella stanza in cui viene installato il pavimento; si tratta di posare dei listelli di legno fino ad ottenere un quadrato e farlo seguire da un quadrato posto in modo perpendicolare al precedente, creando un effetto quasi tridimensionale.

In conclusione, vi starete sicuramente chiedendo quale sia la posa migliore. 

In realtà si tratta di una scelta estremamente soggettiva, ma bisogna comunque tenere in considerazione l’ambiente e lo stile dell’abitazione in cui si andrà a posare il pavimento. Per questo affidarsi a un professionista è fondamentale. 

Lasciati consigliare dai nostri esperti. Ti aiuteremo a prendere la decisione più adatta alle tue esigenze.

Se hai dubbi o domande non esitare a contattarci.

Pin It on Pinterest

Share This