fbpx
bagno con parquet

Gli scafi delle barche sono realizzati in legno e sono a contatto diretto con l’acqua salata del mare; già questa premessa dovrebbe dipanare ogni dubbio. Tuttavia, quando si parla di parquet in bagno e in cucina, molte persone hanno ancora dubbi per paura di eventuali danni causati dall’acqua.

Se fai le giuste scelte e prendi le opportune precauzioni, un pavimento in legno per il bagno può essere una scelta di design meravigliosa e pratica.

Vediamo, di seguito, alcuni aspetti per avere una visione complessiva dei pro e dei contro di un bellissimo in parquet in bagno:

  • Scegliere di rivestire il tuo bagno con il parquet ti consentirà di non interrompere la pavimentazione dell’intero appartamento donando così un aspetto ancora più lineare e omogeneo a tutta la vostra abitazione (non devi certo metterlo al posto del piatto doccia!);
  • In fondo il parquet non è un materiale così esigente! Ti basta seguire gli stessi comportamenti che adotti normalmente: evita di lasciare il pavimento bagnato per troppo tempo e soprattutto asciuga l’acqua caduta a terra quando sei uscito dalla doccia. Sicuramente lo fai anche su un pavimento diverso dal parquet.
  • Non esiste la necessità di applicare sul legno prodotti aggiuntivi per garantire l’impermeabilità. Ormai il mercato è consolidato e vengono realizzate finiture molto raffinate in grado di soddisfare tutte le esigenze.
bagno con parquet grigio

Vantaggi e svantaggi del parquet in bagno

Prima di mettere un parquet in bagno bisogna parlare dei vantaggi e degli svantaggi di posarlo in bagno.

Ristagni e umidità

le cause più frequenti che possono compromettere la salute del vostro pavimento sono – come detto – i ristagni d’acqua e un eccesso di umidità ambientale. I ristagni pericolosi sono quelli prolungati come ad esempio una perdita d’acqua che rimane a stagnare sul pavimento per molte ore questo può rovinare il parquet. Le semplici gocce d’acqua invece non costituiscono un problema.

Per eliminare l’eccesso di umidità della stanza dovete semplicemente arieggiare correttamente l’ambiente; quindi dopo avere utilizzato la doccia è consigliabile aprire le finestre, specialmente se si crea molta condensa.

Il piacere del legno naturale

Il primo vantaggio è che il legno è un materiale naturale e il bagno e sicuramente uno degli ambienti più usato (e anche amato) della casa.

Chiudi gli occhi e immagina di camminare scalzo su un legno naturale, vivo, che trasmette tranquillità e protezione e calore.

Il comfort

Un punto positivo è il comfort: molte persone scelgono il parquet perché è sempre possibile camminare scalzi sia in inverno che in estate. Questo a differenza di altri pavimenti come ad esempio il gres oppure il marmo dove il contatto risulta freddo.

Assenza di fughe

Con il parquet avrai una superficie liscia e facile da pulire senza fughe che raccolgano sporcizia e batteri, mentre con i prodotti ceramici è sempre necessaria una fuga minima di 2 mm che con il tempo potrebbe deteriorarsi e far prosperare muffe e funghi. È vero: alcuni prodotti in gres offrono una fuga minima, ma è pur sempre presente.

Personalizzazione

Il parquet in bagno, così come in tutti gli ambienti, è personalizzabile e si adatta a tutti gli stili di arredo. Puoi spaziare dal moderno al classico, dal rustico allo shabby chic e così via.

Il valore della tua casa

Il parquet conferisce pregio a tutti gli ambienti, a maggior ragione all’interno dei bagni che sono spazi molto vissuti. Da non sottovalutare che questo materiale può influire in modo positivo sul valore della tua casa.

La delicatezza del prodotto

La delicatezza potrebbe essere un punto a svantaggio. Parliamo comunque di un pavimento che teme i graffi, la caduta di oggetti pesanti e spigolosi. Ma per fortuna è possibile rinnovarlo: cosa che non puoi fare con i pavimenti ceramici

Assorbe le molecole di acqua

Come ormai avrai capito il legno, in quanto naturale, è a maggior ragione un materiale igroscopico: significa che reagisce con l’acqua presente nell’ambiente circostante.

Per questo motivo devi mantenere il tasso di umidità ambientale ideale e, come già detto, fare attenzione ai ristagni d’acqua prolungati.

bagno moderno con parquet a spina di pesce

Quale essenza usare in bagno

Il primo consiglio che possiamo dare è di scegliere un’essenza con una buona o ottima resistenza agli eccessi. Uno di questi è sicuramente il Teak, ma può andar bene anche un Doussiè, un Iroko o il Rovere. I parquet prefiniti sono di per sé più stabili del massello, pertanto la rilevanza dell’essenza diventa minima.

Queste tipologie di legni hanno alcune proprietà comuni come l’elevata stabilità e la tolleranza agli sbalzi di temperatura. Il teak è sicuramente l’essenza più indicata (viene impiegato anche in ambio navale), mentre il Rovere richiede maggiori attenzioni perché più sensibile all’umidità e potrebbe, nel tempo, risentirne. Puoi scegliere uno di questi legni, l’importante è affidarsi al consiglio di un rivenditore specializzato.

Massello o prefinito?

Sono entrambe 2 scelte valide, ma noi consigliamo il prefinito perché si tratta di un pavimento che, grazie alla sua struttura, risulta essere più stabile e, cosa da non sottovalutare, permette di essere posato anche in grandi formati.

Immaginate di avere un bagno piccolo. Con i grandi formati, e la posa giusta, potresti conferire al bagno una percezione di ampiezza migliore.

Il prefinito può essere posato incollato o su materassino isolante che a sua volta viene appoggiato sul massetto o su un pavimento già esistente.

Oliato o verniciato?

Sicuramente un verniciato. È facile da pulire, resistente allo sporco e soprattutto protegge meglio dall’umidità. Se aggiungiamo il fatto che le moderne vernici all’acqua sono in grado di donare un aspetto naturale, lucido oppure opaco possiamo dire con certezza che sia la scelta migliore per l’ambiente del bagno.

Speriamo di averti dato una panoramica completa per aiutarti nella scelta migliore, ma l’ultimo consiglio che ci sentiamo di darti – non per falsa opportunità – è quello di dimenticarti il “fai-da-te” e di affidarti a professionisti specializzati sia nell’acquisto che nella posa del pavimento in legno.

Struttura, massetto, selezione del legno, posa in opera non sono cose da sottovalutare, quindi ci teniamo a ribadire di affidarsi a persone esperte del settore prima di fare scelte che possono compromettere il tuo pavimento.

Riepiloghiamo

  • Pulire rapidamente l’acqua stagnante dopo il bagno o la doccia.
  • Assicurarsi che il bagno sia adeguatamente ventilato.
  • Il pavimento in legno deve essere completamente incollato e sigillato da un professionista. Il trattamento iniziale protegge anche le fughe.
  • Sono adatti tutti i parquet prefiniti o i tipi di legno massello ad alta stabilità dimensionale (teak, doussiè, iroko) in quanto questi offrono prestazioni migliori in ambienti che presentano un’umidità ambientale maggiore.

Prendi un appuntamento

Oltre 50 anni di esperienza a tua disposizione. Vienici a trovare, non vediamo l’ora di aiutarti.

Pin It on Pinterest

Share This